Strumenti di politica monetaria

La Banca nazionale svizzera (BNS) ha il compito di approvvigionare di liquidità il mercato monetario in franchi svizzeri (Legge sulla Banca nazionale, LBN; art. 5 cpv. 2 lett. a). Le operazioni che la BNS ha la facoltà di compiere sul mercato finanziario sono riportate all’art. 9 LBN, dove al cpv. 1 lett. e è statuito che la Banca nazionale agisce anche come prestatore di ultima istanza («lender of last resort»). Le direttive della Banca nazionale sugli strumenti di politica monetaria (in francese, tedesco e inglese) del 25 marzo 2004 traducono in termini concreti le disposizioni dell’art. 9 LBN e descrivono gli strumenti e le procedure con cui la Banca nazionale attua la politica monetaria. Esse definiscono inoltre le condizioni alle quali sono concluse tali operazioni e i titoli idonei a essere costituiti in garanzia per le operazioni di politica monetaria. In linea generale, tutte le banche domiciliate in Svizzera e altri operatori del mercato finanziario con sede in Svizzera nonché le banche con sede all’estero attive a livello internazionale che rispettano le condizioni della Banca nazionale sono ammessi quali controparti. Le direttive sono integrate da cinque note esplicative, che si rivolgono principalmente alle controparti.

Operazioni di mercato aperto e operazioni su iniziativa delle controparti

Nell’ambito degli strumenti di politica monetaria si distingue fra le operazioni di mercato aperto e le operazioni su iniziativa delle controparti. Nel caso delle operazioni di mercato aperto è la Banca nazionale stessa ad attivare la transazione. Nel caso delle operazioni su iniziativa delle controparti, ossia lo schema infragiornaliero e lo schema di rifinanziamento straordinario, essa si limita a stabilire a quali condizioni le banche commerciali possono ottenere liquidità a breve termine.

Le operazioni di mercato aperto comprendono operazioni PcT, emissioni di titoli di debito propri (SNB Bills, in francese, tedesco e inglese) nonché l’acquisto e la vendita degli stessi sul mercato secondario. Nell’ambito di un’operazione PcT il prenditore di fondi vende titoli a pronti, impegnandosi contestualmente a riacquistare titoli dello stesso genere e della stessa quantità a una data ulteriore. Per la durata dell’operazione il prenditore di fondi paga un interesse (tasso PcT). Sotto il profilo economico l’operazione PcT è assimilabile a un prestito garantito. Con l’emissione di SNB Bills la BNS può assorbire liquidità.

Le operazioni di mercato aperto della BNS sono finalizzate ad approvvigionare di liquidità il mercato monetario in franchi svizzeri. La BNS può eseguire operazioni PcT nel quadro di aste o su base bilaterale con singole controparti. Le aste sono condotte con il metodo a tasso fisso o a tasso variabile. Nel primo caso le controparti della Banca nazionale richiedono un determinato importo di liquidità a fronte di un dato prezzo (tasso PcT), nel secondo le controparti comunicano alla BNS l’importo richiesto e il tasso d’interesse che sono disposte a pagare per la liquidità messa all’asta. Il tasso PcT, il volume delle singole operazioni e le durate dipendono dalle esigenze di politica monetaria. La durata delle operazioni PcT può variare da un giorno (overnight) a più mesi. La BNS può influenzare i tassi del mercato monetario agendo sulle condizioni di tasso e sui volumi di tali operazioni. Può inoltre incidere in ogni momento sulla formazione dei prezzi nel mercato monetario collocando o accettando offerte sul mercato elettronico dei pronti contro termine. In tal modo può contribuire alla stabilizzazione dei tassi del mercato monetario a breve. L’emissione di SNB Bills avviene mediante procedura di asta pubblica, con metodo a tasso fisso o a tasso variabile, su una piattaforma di negoziazione elettronica oppure mediante collocamento privato. La durata di tali titoli può arrivare a un anno. Per l’intera durata la Banca nazionale può riacquistare e rivendere SNB Bills. Gli interessi sono corrisposti secondo il metodo dello sconto.

Nelle operazioni su iniziativa delle controparti, nel corso della giornata la Banca nazionale mette a disposizione delle controparti, mediante operazioni PcT, liquidità non gravata da interessi (liquidità infragiornaliera) nel quadro dello schema infragiornaliero. Questa liquidità facilita il regolamento dei pagamenti nel sistema Swiss Interbank Clearing (SIC) e delle transazioni valutarie nel sistema multilaterale Continuous Linked Settlement (CLS). L’ammontare preso a prestito deve essere rimborsato entro la fine dello stesso giorno lavorativo bancario, pertanto non è computabile ai fini dell’adempimento delle prescrizioni legali sulle riserve minime e sulla liquidità bancaria.

Per il superamento di impreviste carenze di liquidità la Banca nazionale offre uno schema di rifinanziamento straordinario. Questo tipo di finanziamento può essere utilizzato mediante un’operazione PcT a tasso speciale fino al successivo giorno lavorativo bancario (overnight). Il tasso speciale è composto dal tasso guida BNS più una maggiorazione ed è sempre pari almeno a 50 punti base. La concessione di un limite di credito da parte della BNS e la copertura costante di tale limite per almeno il 110% con titoli stanziabili presso la BNS costituiscono i presupposti per la conclusione di un’operazione PcT a tasso speciale. Il limite determina il massimo prelievo possibile di liquidità da parte di una controparte. L’utilizzo avviene per mezzo di un’operazione PcT overnight. I titoli sono custoditi in un deposito a garanzia BNS intestato alla controparte presso SIX SIS SA.

Altri strumenti di politica monetaria

La Banca nazionale ha a disposizione, quali ulteriori strumenti in aggiunta a quelli ordinari, i contratti a pronti e a termine in cambi, gli swap di valute nonché l’acquisto e la vendita di titoli denominati in franchi. Può inoltre creare, acquistare o vendere derivati su crediti, titoli, metalli preziosi e coppie di valute.

Maggiori dettagli sono disponibili nelle direttive della Banca nazionale sugli strumenti di politica monetaria (in francese, tedesco e inglese) e nelle relative cinque note esplicative. Ulteriori informazioni riguardo a operazioni di mercato aperto, operazioni su iniziativa delle controparti e Swiss Reference Rates possono essere consultate nella rubrica Informazioni per i mercati finanziari (in francese, tedesco e inglese).